Ingredienti per 4 persone
8 foglie di verza leggermente sbollentate, 250 grammi di salsiccia, 100 grammi di petto di pollo macinato, 150 grammi di carne di vitello macinato, 80 grammi di pane raffermo bagnato nel latte, 15 aromi a piacere (rosmarino ecc.), 100 grammi di grana grattugiato, 1 uovo, 50 grammi di vino bianco, 1 vaso di pomodori pelati da 400 grammi, 1 spicchio d’aglio, olio extra vergine d’oliva, sale e pepe quanto basta.

In un padellino fate rosolare l’aglio con un poco di olio, aggiungete quindi i pelati – già passati al setaccio – e fate cucinare per 10 minuti circa. In una boule unite le carni macinate, gli aromi tritati finemente, il pane raffermo bagnato, l’uovo, il grana, sale e pepe. Impastate molto bene e create 8 mucchietti di impasto, all’incirca uguali per dimensioni e peso.
Disponete le foglie di verza sul tavolo e togliete con un coltellino la parte di costa (più coriacea); avvolgete quindi i vari impasti, piegando le foglie verso l’interno e assicurando per bene la carne. A questo punto fate rosolare in una padella con un poco d’olio, bagnando con il vino e lasciando evaporare; aggiungete poca acqua e continuate la cottura per 15 minuti. Unite il sugo di pomodoro e portate a termine cottura per altri 15 – 20 minuti a fuoco basso e a pentola coperta.
Gli involtini si servono caldi ricoperti con la salsa di pomodoro (facoltativa).
Buon appetito!

Pubblicità

Ingredienti per 4 persone
1 verza pulita, 1/2 cipolla (o porro), olio extra vergine d’oliva, sale e pepe quanto basta.

Mettete sul fuoco una pentola con acqua e sale; raggiunto il bollore, aggiungete la verza tagliata a tocchetti, fate bollire per 8 – 10 minuti circa, quindi scolate.
In un’altra pentola unite dell’olio e la cipolla tritata, fate rosolare molto dolcemente ed aggiungete poi la verza bollita. Continuate la cottura per circa 1 ora, fino a quando la verza risulta ben asciutta. Aggiustate di sale e pepe.

Buon appetito!

Ingredienti per 5 – 6 persone
1 verza tardiva media, 12 – 15 costine di maiale, olio extra vergine d’oliva, 1 rametto di rosmarino, 3 – 4 foglie di salvia, sale e pepe quanto basta.

Mettete in una pentola capiente un filo d’olio, il rosmarino, la salvia e le costicine, facendole rosolare molto bene da tutte le parti. Nel frattempo tagliate la verza a julienne, lavatela ed aggiungetela ben sgocciolata alle costine. Rigirate il tutto assieme, così da insaporire per bene, aggiungete sale e pepe e fate cucinare lentamente a pentola coperta per circa 1 ora e 1/2.
Le verze devono risultare di un colore un po’ ambrato e ben asciutte.

N.B. Durante la cottura, nel caso le verze risultino troppo asciutte, potete aggiungere del brodo o dell’acqua.
Buon appetito!

Ingredienti per 6 – 8 persone
Per tortiera con diametro 24 cm
500 grammi di porri già puliti, 150 grammi di speck, 150 – 180 grammi di provola affumicata, 3 uova, 150 grammi di panna fresca, 50 grammi di grana grattugiato, 350 grammi di pasta brisèe (o pasta sfoglia), sale e pepe quanto basta, 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva.

Tagliate a rondelle il porro e mettetelo in padella con l’olio, condite con pepe e sale e fate brasare molto dolcemente per 5 – 7 minuti. Nel frattempo, tirate con il mattarello la pasta brisèe ad uno spessore di 2 mm, disponetela poi sulla tortiera tirandola per bene, pizzicando e decorando tutto attorno. Sbattete a questo punto le uova, la panna ed il grana con un poco di sale e pepe; tagliate quindi la provola affumicata a fette. Sistemate sul fondo i porri, la provola e lo speck, ed infine versate il composto di uova, muovendo velocemente la tortiera in modo da distribuirlo in modo uniforme. Mettete in forno preriscaldato a 160° – 170° per circa 20 – 25 minuti.

N.B. Se utilizzate la pasta sfoglia è consigliabile cucinarla in bianco bucherellandola con una forchetta, e coprirla con carta da forno o alluminio prima di farcirla.

Buon appetito!

Ingredienti per 4 persone

1,2 litri di brodo leggero (di pollo o vegetale), 700 grammi di porro, 250 grammi di patate, 100 grammi di panna fresca, 1 rosso d’uovo, poca fecola di patate all’occorrenza, olio extra vergine d’oliva quanto basta, sale e pepe, olio per friggere e poca farina 00 (facoltativo), 150 – 200 grammi di porro per friggere.

Tagliate i porri a rondelle, metteteli in una pentola con un filo d’olio e fateli leggermente stufare; aggiungete le patate tagliate a tocchetti, fatele insaporire ed unite il brodo. Continuate la cottura per circa ½ ora, frullate poi il tutto con un mixer, e fate quindi riprendere il bollore. Controllate di sale e pepe, togliete dal fuoco ed aggiungete mescolando molto bene la panna e il rosso d’uovo precedentemente sbattuti assieme. Se la crema risultasse troppo densa, mettete della fecola in un ciotolino e diluite con acqua fredda, versando poco alla volta e mescolando fino a quando la crema raggiunge la densità desiderata.
Come guarnizione, infarinate leggermente delle rondelle di porro e friggetele, asciugatele dall’olio in eccesso e disponetele a cupoletta sopra alla crema.

Buon appetito!

Ingredienti per 4 persone

12 fette di melanzana tagliate per la lunghezza con uno spessore di 5 – 6 mm circa, 1 provola affumicata (o qualche altro tipo di formaggio), 150 grammi circa di salsa di pomodoro, 12 fette di speck, 8 – 10 foglie di basilico, 2 cucchiai di grana grattugiato, olio extra vergine d’oliva quanto basta, sale fino quanto basta.

Disponete le fette di melanzana su un tagliere e mettete un poco di sale: lasciate fuoriuscire l’acqua di vegetazione per 20 – 30 minuti circa, ed asciugate poi con della carta da cucina.
Scaldate una padella antiaderente e fatevi dorare da entrambi i lati le fette di melanzana leggermente spennellate con dell’olio. Tagliate la provola a fettine da 1 – 2 mm di spessore.
Potete ora assemblare ciascuna fetta di melanzana, una fettina di speck, della provola e 1/2 foglia di basilico ed arrotolare, preparando poi tutte le altre. Prendete una pirofila e mettetevi i rotolini di melanzana uno accanto all’altro, aggiungendovi sopra qualche cucchiaiata di salsa di pomodoro, le foglie spezzettate del rimanente basilico, un poco di grana ed un filo d’olio. Infornate a 180° per 10 – 12 minuti, un po’ vicino al grill ma non troppo.

N.B. Senza l’uso dello speck, può certamente proporsi come piatto per vegetariani!

Buon appetito!

Ingredienti per 4 – 5 pizze da 180 grammi l’una

Pasta per pizza: 0,250 litri d’acqua a 25 gradi, 0,500 – 0,600 grammi di farina 00, 3 grammi di lievito di birra, 12 grammi di sale fine, 20 grammi di olio extra vergine di oliva, 1 cucchiaino di zucchero o miele.
350 – 400 grammi di mozzarella per pizza, 400 – 450 grammi di pomodoro pelato e macinato, 60 – 70 grammi di grana a scaglie, 70 – 80 grammi di sfilacci di cavallo, 80 grammi di rucola Ortonatura, origano quanto basta.

Mettete in una bacinella capiente l’acqua con il lievito e lo zucchero, mescolando fino a farli sciogliere. Aggiungete poco per volta la farina, sempre miscelando per bene aggiungete il sale e l’olio, continuando ad impastare per circa 8 – 10 minuti. Ottenuta una palla, mettetela a lievitare coperta con la bacinella rovesciata sopra o un panno umido per circa mezz’ora.
Tornate poi ad impastare ancora per 1 – 2 minuti, così per 3 volte. A questo punto ricavate le palline di pasta, lasciandole poi lievitare coperte con della pellicola alimentare. Il tempo di lievitazione varia a seconda della temperatura ambiente (supponendo 19 – 20 gradi, calcolate circa 8 ore)*.
Allargate dunque le palline lievitate, e disponete su una placca da forno: farcite con pomodoro, mozzarella ed origano ed infornate a 220 gradi per circa 10 – 12 minuti (la teglia dovrebbe andare a contatto con il fondo del forno, che risulta il punto più caldo). Ultimata la cottura, togliete la teglia e decorate con sfilacci, rucola e grana.

N.B. Per la cottura va bene anche il forno in modalità ventilato.

*Questo tipo di pasta è da considerarsi a lievitazione lenta: se intendete diminuire il tempo di lievitazione, occorre raddoppiare il peso del lievito.

Ingredienti per 4 – 5 persone

1 petto di pollo intero, 8 fette di pancetta affumicata a crudo, 1 zucchina media, 1/2 peperone rosso, 60 grammi di fontina, 1 spicchio di aglio in camicia, poco rosmarino e poca salvia, ½ bicchiere di vino bianco, olio extra vergine d’oliva quanto basta, sale e pepe quanto basta, farina “00” quanto basta, poco spago da arrosti.

Dividete il petto di pollo in 2 pezzi: fate una tasca incidendo dalla parte anteriore, realizzate una mirepoix molto fine e fatela spadellare velocemente in un padellino. Il composto deve rimanere molto croccante, lasciate raffreddare e mettete all’interno della tasca assieme alla fontina tagliata a filetto grosso. Con un ago apposito chiudete la tasca con lo spago. Mettete le fette di pancetta a bardare il petto, salate leggermente e legate. In una padella versate dell’olio con rosmarino, salvia ed aglio in camicia: mettete il petto di pollo farcito leggermente infarinato e cominciate la cottura (che deve essere molto dolce), continuate a girare la carne fino a farla rosolare, e lasciate per un poco il coperchio così da formare un po’ di vapore. Per la cottura calcolate circa 12 – 15 minuti (a seconda dalla grossezza dei petti). Una volta cotti, bagnate con del vino e lasciate evaporare; togliete i petti e teneteli al caldo. Nel frattempo restringete il sugo e filtrate con un passino fine. Tagliate i petti a rondelle, nappate e servite caldo.

N.B. In aggiunta, potreste cucinare alcune patatine novelle – precedentemente sbollentate – assieme ai petti: saranno buone e saporite!

Buon appetito!

Ingredienti per 4 persone

250  grammi di riso venere, 200 grammi di cimette di broccolo, 2 carote, 1 peperone rosso medio, 1 peperone giallo medio, 1 radicchio di Treviso, 1 porro (solo la parte bianca), olio extra vergine d’oliva quanto basta, sale e pepe quanto basta.

In una pentola mettete a bollire con acqua salata il riso; in un pentolino a parte fate bollire le carote tagliate a bastoncino leggermente tornite, toglietele un poco al dente e tenetele da parte. In una padella versate dell’olio e mettete i peperoni tagliati a losanghe, condite e cuocete spadellando molto velocemente, e lasciandoli al dente. In un’altra padella con dell’olio brasate molto dolcemente il radicchio (tagliato in 4 o 6 pezzi nel senso della lunghezza) assieme al porro (a tronchetti lunghi 4 – 5 cm e tagliati a metà per lungo), e condite infine con sale e pepe.
In un pentolino mettete a bollire in acqua salata le cimette di broccolo, fate cuocere, scolate e mettete in un recipiente: mixate a questo punto con minipimer aggiungendo a filo dell’olio, fino ad ottenere una crema (se il composto dovesse risultare troppo denso aggiungete qualche cucchiaio di acqua di cottura).
Una volta cotto il riso, disponete un po’ di crema di broccolo sul fondo del piatto: appoggiatevi sopra un coppapasta e pressatevi leggermente il riso all’interno. Tolto il coppapasta, disponete tutte le verdure e  condite con un filo d’olio.

Buon appetito!

Ingredienti per 4 persone

1 coda di pescatrice di circa 800 grammi, 800 grammi di broccoletti già puliti a cimette, 400 grammi di patate, 50 grammi di pane grattugiato, 40 grammi di uvetta ammorbidita in acqua tiepida, 1 uovo, 50 – 60 grammi di burro, poco timo, 1 cucchiaio di aceto bianco, olio extra vergine d’oliva quanto basta, sale, pepe.

Tagliate la coda di pescatrice a metà nel senso della lunghezza e togliete la lisca. Pulite bene togliendo tutte le pellicine ed eventuali scarti, salate e pepate. Nel frattempo lessate i broccoletti, scolateli al dente e tenete da parte al caldo alcuni ciuffetti per la decorazione; il resto dei broccoletti va passato al setaccio o al mixer. Amalgamate questa purea di broccoli con l’uovo, il pane grattugiato e l’uvetta, e condite con pepe, sale e un filo d’olio: otterrete così un impasto abbastanza consistente con cui riempire la coda della pescatrice. Avvolgete in un foglio di carta forno bagnata e strizzata, mettete un filo d’olio sul fondo e legate. Lasciate in forno ventilato per circa 35 – 38 minuti a circa 200 gradi. A questo punto pelate le patate, tagliatele a rondelle dallo spessore di 3 – 4 centimetri, e sbollentatele per 2 minuti in acqua salata e acidulata con 1 cucchiaio di aceto. Una volta scolate, fatele rosolare con olio, burro, timo,sale e pepe.
Togliete la coda di pescatrice dal forno, eliminate la carta da forno, e disponete su un piatto da servizio caldo con sopra le cimette di broccoletti e tutto attorno le patate. Condite con un filo d’olio crudo.

Buon appetito!